Case Originale Xiaomi Yi… tanto c’è voluto, ma la qualità è sorprendente !!

Come ben recita il titolo “Tanto ci è voluto….” si, perchè l’arrivo del case Originale Xiaomi è stato un vero parto, che ci ha anche portato a trarre delle amare conclusioni (a seguire). Con questo articolo andiamo a recensire per bene, con immagini e opinioni, il case originale Xiaomi (attenzione, qui si parla di case originale, non una delle mille copie cinesi).

Porteremo alla vostra attenzione pregi e difetti ma, lasciatevelo dire, stavolta le 5 stelle se le merita tutte ‘sta custodia. Per chi fosse “nuovo” e non avesse capito al volo di cosa parliamo, specifichiamo che stiamo parlando della custodia waterproof ( impermeabile all’acqua) per utilizzare l’action cam Xiaomi Yi anche in luoghi dove normalmente un aggeggio elettronico non dovrebbe essere, come sott’acqua, nella polvere, ecc…

Cosi come per la precedente recensione (quella del case KingMa, che trovate cliccando su: Kingma case per la Xiaomi Yi…quando il clone supera l’originale.), anche in questa procederemo per macro-punti, in modo da facilitare la lettura e la scorrevolezza generale dell’articolo.

Original-Xiaomi-yi-Action-Camera-Waterproof-Case-40m-diving-sport-box_mini (1)

Acquisto, spedizione, costi.

Il case in questione è stato ordinato e acquistato (sottolineo acquistato perchè c’è chi crede che noi si abbia tutto gratis, l’abbiamo comprato come farebbe chiunque) dal sito ormai noto www.GeekBuying.com. Il case ci è costato 32 dollari, pagati tramite Paypal, facendo poi ricorso alla spedizione classica, per non beccare la dogana. Fortuna vuole che siamo riusciti a dribblarla.  Tempo di arrivo circa 20 giorni. Abbiamo rinnovato la nostra fiducia a questo sito visto che ci abbiamo comprato praticamente tutti gli accessori della Yi, compresa la Yi stessa. E fino a questa volta ci erano sembrati molto seri e professionali. Si, fino a questa volta.

Con il capitolo “Case Originale” è venuta fuori una delle peggiori caratteristiche degli shop cinesi, e in generale della mentalità del venditore cinese tipico. Non ti dirà mai “No, mi dispiace, non abbiamo questo oggetto, compralo altrove“. Piuttosto si fa mozzare entrambe le mani con una sciabolata alla Bruce Lee. Inizierà a girare intorno, e farà di tutto pur di non dirti un no secco. Nel nostro caso dopo averci rassicurato sulla disponibilità di questo oggetto (falsissima, dato che ora, giustamente, hanno rimesso il logo “presale”) ci hanno convinto a completare l’acquisto. Pagato con Paypal, normale ricevuta, ok, tutto apposto. Tutto apposto ‘na cippa. Perchè tra acquisto (e relativo immediato pagamento) e reale spedizione sono passate quasi 3 settimane. Ora mi direte…”si ma dai ci sta, può capitare”. No, non ci sta invece perchè se tu mi indichi un prodotto come disponibile, e mi fai capire in tutti i modi che hai quel prodotto in magazzino, ma non è vero, mi stai prendendo per i fondelli. E a me i fondelli sono molto cari, non amo farli toccare a tutti.

Questo discorso/amara critica non vale solo per GeekBuying, ma per il 99% degli store cinesi, che non avevano assolutamente il case in magazzino (e molti tutt’ora aspettano ancora di averne) ma pubblicizzavano inesistenti scorte arrivate con slogan e iperbolici banner. Con il solo, ovvio, fine di accalappiare clienti affamati come iene, dopo che giustamente compri una action cam e non puoi provarla “in action” come di dovere.

Prime Impressioni, dimensioni, compatibilità.

Tralasciando l’esperienza negativa in fase acquisto/spedizione veniamo al case vero e proprio.

Il case è ottimo, ragazzi non scherzo, si vede che la qualità è stata messa al primo posto. Ultimamente Xiaomi sta puntando tantissimo sulla qualità, anche a scapito del prezzo, magari un filo più alto (i cloni costano un terzo). Mentre però i vari cloni arrivano in una anonima busta di plastica, col non trascurabilissimo rischio di spaccarsi in viaggio, il case Originale arriva invece nel classico scatolo di cartone Xiaomi, ormai chiara caratteristica dei prodotti Xiaomi, quasi un loro modo di presentarsi. Paradossalmente è più grande il cartone del case che quello della Yi camera (senza bastone).

xiaomi yi original case

Parliamo di materiali…il case in generale è in un materiale trasparente, sul cartone si accenna a PoliCarbonato, insomma sembra dello stesso materiale del case KingMa. Lo spessore sembra idoneo a una buona resistenza agli urti e come solito una volta chiuso ermeticamente il suono esce a malapena, è facile immaginare che cosi come è attutito in uscita, lo sarà in entrata, quindi pure qui microfono che registra ‘na mazza. Diversamente dal case KingMa, che avevamo trovato un filo troppo precisob in quanto a dimensioni, con l’obiettivo che si incastrava a precisione, qui (giustamente, lo fanno loro) tutto è perfetto. La cam entra con la giusta forza, non va a sfregare da nessuna parte e tutto è al posto giusto.

case originale xiaomi yi

Diversamente dal case KingMa, in questo case la gomma che fa da chiusura ermetica è meno spessa, quindi fa meno forza quando lo si apre o si tenta di chiuderlo. Probabilmente sul case KingMa, non avendo misure precise di riferimento, hanno ragionato alla “melius abundare…”. La cosa non è male, perchè a furia di sforzare il clip di chiusura questo si può rompere, quindi qui andando a non premere troppo può aiutare ad avere una vita più lunga.

Esteticamente è un prodotto molto curato, ottime le rifiniture, ottima l’attenzione e la cura del case, che arriva con pellicole antigraffio sia sulla lente davanti, sia sullo sportello sul di dietro.

Comodità tastini, vetro anteriore, aggancio.

La lente anteriore è tonda, diversamente dal case KingMa dove era quadrata, e a quanto sta scritto sul cartone dovrebbe essere in vetro. Una volta inserita la cam dentro l’obiettivo, che è pure tondo, ci entra alla perfezione e non sembra avere problemi di vignettatura (bordi immagine più scuri per impedimento del case). Ora onestamente è più che scontato che il case fosse perfetto a livello di misure, che cavolo, è la stessa ditta che fa la cam, sarebbe stato ridicolo se facevano uscire un case con misure sbagliate.

xiaomi yi original case

Gli accessori in dotazione, presenti nella scatola, non sono moltissimi, anzi sono proprio il minimo indispensabile. Tuttavia già dal primo sguardo se ne può apprezzare la ottima fattura e l’attenzione a creare un prodotto di qualità, non la solita porcheria low-cost.

Abbiamo come dotazione un convertitore “attacco gopro – dado filettato” e la classica manopolina a vite. Osservandoli per bene si nota innanzitutto il richiamo in alluminio del dado del converitore filettato. Diversamente dai prodotti economici, questo è ben rifinito e molto bello. Se poi si osserva sotto l’adattatore in questione, si vede come sia stato applicato sullo strato inferiore un rivestimento ad anello in gomma, una vera manna per serrare bene l’adattatore senza che questo si sviti e si allenti. E’ dai dettagli che si riconosce un ottimo prodotto, questo oggetto ne è la prova.

case originale xiaomi yi

Nella scatola è anche presente un manualetto, con chiari disegni (anche se non è che ci vuole una laurea in ingegneria per montare una cam nel case) e chiarissime, quanto comprensibilissime, scritte di spiegazione in cinese. Se durante l’estate non avete niente da fare, potete imparare il cinese mandarino e tradurre in spiaggia tali preziose informazioni.

xiaomi yi original case

Veniamo al capitolo tastini, croce e delizia per altri case. Nel case originale i tastini sono in plastica piatta bianca (ero scettico all’inizio, ma sono comodissimi da premere). Diversamente dai tasti del case KingMa, parecchio morbidi, qui i tasti sono più duri, ma quel tanto che basta a dare una sensazione di maggiore precisione alla pressione del tasto. La corsa del pulsantino è fluida e si sente, premendo, lo scatto di quando viene premuto il pulsante interno sulla cam. Come dicevamo prima, causa chiusura ermetica, il suono bip dell’accensione arriva quasi impercettibile.

xiomi yi original case

Sullo sportellino di dietro, cosa parecchio utile, è presente un piccolo spessore in gomma bianca, che serve a mantenere la cam ferma all’interno del case, funzione che in altri case è svolta da piccoli gommini posti nei 4 angoli dello sportellino.

case originale xiaomi yi

Prova subacquea.

Qui purtroppo facciamo una precisazione. Già con il case KingMa vi avevamo promesso che avremmo fatto un test in mare, per vedere se effettivamente vi è una buona resistenza alla pressione dell’acqua. Tuttavia per motivi di vario genere (la legge di Murphy non sbaglia mai) non ci è stata la possibilità per ora di fare queste prove. Abbiamo pensato, quindi, di fare una prova con entrambi i case la prossima volta che si va in acqua, in modo che si prova il KingMa, si prova l’originale e si vede quale è meglio.

A presto quindi, una promessa è una promessa. Se seguite la nostra pagina Facebook con un “Mi Piace” (Facebook.com/on50mmverrete aggiornati non appena realizziamo le prove.

Conclusioni, pareri, PRO e CONTRO.

I pareri su questo case sono abbastanza facili da dedurre. Il prodotto è di qualità al top, e onestamente guardando le ultime uscite Xiaomi un po’ era prevedibile. Volendo fare un paragone con il case KingMa, per quanto anche quello era molto buono, non ci resta che decretare un ovvio unico vincitore, il case originale Xiaomi. I PRO, valutati attentamente, sono sicuramente molto più dei pochi (e forse pure giustificabili) contro, quindi non c’è partita, questo vince a mani basse.

xiaomi yi original case

PRO

  • Custodia ben protetta dalla scatola cartonata, classico Xiaomi
  • Accessori di ottima fattura
  • Attenzione al dettaglio, rifiniture molto curate
  • Materiale case ottimo, perfetta compatibilità con la cam
  • Prodotto ORIGINALE, dà un senso di completezza alla cam

 

CONTRO

  • Prezzo elevato, circa tre volte un clone qualunque
  • Disponibilità scarsissima, quelli che hanno il case come noi già in mano sono mosche bianche

 

 

 

Lascia un commento