Xiaomi Yi, ecco la Action Cam che avevi sempre desiderato!

Action cam. Per alcuni un oggetto di sommo interesse, per altri parolaccia in incomprensibile idioma assiro-esquimese. La recensione che oggi faremo, forse la più dettagliata mai fatta, ha come oggetto proprio una action cam, o detta all’italiana, videocamera sportiva (o d’azione).

In particolare la action cam che andremo a recensire oggi è la notissima Xiaomi Yi Sport Camera. Alcuni si chiederanno “Notissima !?! Parliamone…” e in fondo potrebbero avere ragione, tuttavia questo modello di action cam sta facendo davvero parlare moltissimo di se, e nell’ambiente più geek questo aggeggio ha già i suoi cultori e fans sfegatati.

xiaomi yi reviewDi base abbiamo sicuramente un prodotto degno di interesse, a livelli qualitativi moooolto alti, dall’altra abbiamo un nome che è tutto dire e che, fidatevi, nel tempo diverrà famoso come i Samsung o Apple attuali. Xiaomi è un colosso cinese che, grazie al lancio di smartphone (e non solo) di ottima qualità a prezzi mooolto competitivi, sta guadagnando un sacco di mercato e fedelissimi in tutto il mondo. Va ammesso che ultimamente stanno lanciando un sacco di aggeggi interessanti, che stanno amplificando la diffusione di prodotti di questo marchio nel mondo… personalmente chi vi scrive, ad esempio, possiede già due gadget di questo marchio (un MiBand e la Xiaomi Yi).

Veniamo alla Yi.

Innanzitutto va fatta una domanda a monte, per avere una comprensione più scorrevole anche per chi non è pratico di questo genere di aggeggi.

Cosa è una action cam?

Una action cam è una telecamerina, quasi sempre di dimensioni e peso molto ridotti, che si utilizza per riprendere sport (ma non solo) da angolazioni particolari e sopratutto in situazioni particolari. Portereste mai la vostra reflex da millemila euro incollata sulla vostra testa mentre vi lanciate col paracadute? Vi leghereste mai una telecamera da 2kg a un braccio per un tuffo in mare da 15 metri?

Bene, le action cam sono telecamerine fatte per svolgere questi compiti più “tosti“. E grazie alla loro robustezza e alla lente grandangolare (caratteristica di queste telecamerine) lo fanno generalmente molto molto bene.

action cam xiaomi yi

Fino a poco tempo fa (parliamo di un paio d’anni al massimo) il leader indiscusso in questo ambito era il noto marchio GoPro. I rivali erano talmente scarsi che GoPro era praticamente una delle scelte obbligate per chi volesse fare questo tipo di riprese. Pian piano le cose sono cambiate. Sono iniziati a comparire marchi alternativi, audaci, e qualitativamente interessanti, che hanno provato a mettere GoPro in difficoltà. Ovviamente per competere hanno puntato su una cosa : il prezzo. Alcune alternative più valide a GoPro erano (sono) ad esempio SjCam, oppure Amkov, che offrivano (offrono) qualità simile alle GoPro base, a prezzi inferiori. Da oggi insieme a questi marchi “alternativi” c’è pure Xiaomi, e non è una cosa da poco. Significa che anche grosse compagnie iniziano ad interessarsi a questo settore, non è detto quindi che tra poco compaia una action cam Samsung, o una Nikon/Pentax/Canon, ecc…

Dopo questo necessario preambolo parliamo della Xiaomi Yi.

xiaomi yi camera sport

Abbiamo realizzato dei video, sia riguardanti vari test audio e video, sia riguardo l’app (Android). Specifichiamo che articolo scritto e video saranno complementari e leggere l’uno non esclude il vedere gli altri (oh poi se non vi va nessuno vi obbliga a vederli, BUGIA, VEDETELI !!! ). Il motivo sta nel fatto che alcune informazioni sono presnti nell’articolo scritto perché magari piu semplici da illustrare con una foto o con dei testi, altre informazioni saranno spiegate a voce. Quindi ripetiamo, è caldamente consigliato di vedere/leggere entrambi i contenuti. Personalmente mi sono impegnato parecchio per la comprensibilità dei video, quindi cercate di perdonare l’accento alla “orecchiette e cime di rape” pugliese, si cercherà di migliorare ancora nei prossimi contenuti audio-visivi.

Partiamo con l’acquisto.

Il nostro esemplare è stato acquistato dal noto store cinese GEEKBUYING (clicca sul nome per aprire il link). Il sito è affidabile e testato personalmente, quindi andate tranquilli che ci si può fidare. Quando l’abbiamo presa noi il prezzo era di 95$, scesi a 85$ con un’offerta, al cambio circa una 80€…tuttavia nel frattempo il prezzo è sceso ancora e ora la potete trovare all’ottimo prezzo di 69,99$ al cambio circa 65€ (affare !!). Ovviamente io mi sto riferendo alla versione di sola cam, perchè potrete trovare anche una versione che comprende nella scatola anche un piccolo bastoncino per selfie, ad un prezzo leggermente più alto.

Se considerate che una GoPro di questa fascia qualitativa (ovviamente la Yi non può competere con la fascia alta GoPro), costa mediamente un 3-4 volte di più, insomma, le deduzioni sono facili da fare.

Le colorazioni disponibili per l’acquisto, come si vede in foto, sono o tutta bianca (molto elegante, a noi piace parecchio) oppure misto verde/giallo acido.

Passiamo al capitolo spedizione.

Qui viene una piccola precisazione. Purtroppo quando si compra dall’estremo oriente si possono scegliere due strade : la via veloce (e costosa), la via lenta (ma economica). Se non avete fretta, e quindi potete attendere (tempo di attesa medio 30-40 giorni), potete scegliere l’invio con posta raccomandata gratis. Il vantaggio non è solo il fatto che è gratis, ma anche che essendo posta raccomandata arriva in Italia in mezzo ad altri milioni di pacchetti cinesi, quindi si può aver fortuna a non beccare la dogana (i controlli sono a campione, se si becca la dogana mediamente si spende un 25% del prezzo pagato). Se invece la cam ci serve, e non ci frega nulla di spendere qualcosina in più, allora si può ordinare il pacchetto con una spedizione rapida, come ad esempio DHL, TNT o EMS. Ora, con questo tipo di corrieri rapidi, la dogana è assicurata al 99,99% perchè non solo loro ci guadagnano (mica fessi) ma anche perchè dichiarando tutto e pagando tutto il dovuto possono sbrigarsi e fare uscire subito i pacchi dalla dogana italiana, mentre gli sfigati della posta economica devono aspettare i controlli di Poste Italiane che durano mediamente una settimana dal momento dell’arrivo in Italia dei container cinesi. Nella foto in basso vedete quelli che erano i prezzi dei vari tipi di spedizioni, giusto per farvi un’idea.xiaomi yi

Arrivo, spacchettamento, prime impressioni.

Il pacchetto è davvero molto piccolo e ben imballato. Ricordiamo che questa è la versione “pura“, senza il bastone per selfie, quindi la “piccolezza” della scatola ci sta. La dotazione della cam è davvero minimale, solo una batteria e il cavetto USB. Punto negativo per Xiaomi. Altri marchi, vedasi SjCam, hanno abituato i loro acquirenti a decine di accessori, case subaquei, attacchi, staffe, cavetti. Qui il nulla. Può essere spiazzante per chi si aspettava medesimo trattamento. Quindi se vi serve il case subaqueo, o una batteria di scorta, o la staffa per bici, bene, ricordatevi di comprarla insieme alla cam altrimenti poi ve ne pentirete non trovandola nel pacco. Il case subacqueo ad oggi (30 aprile 2015) è ancora in preordine, ma i vari siti comunicano che sarà disponibile a giorni. Personalmente non ho avuto grosse difficolta nel non trovare milioni di accessori nel pacco, visto che non avevo alcun interesse ad usarli. Posseggo già degli attacchi e comprando le staffe che mi servivano ho speso in tutto 4 euro, quindi personalmente ho preferito che nel pacco non ci fossero tutte quelle cose superflue (solo il case mi serve, e infatti conto di recensire pure quello non appena arriva).

Apriamo un attimo il capitolo “waterproof case“.

Inizialmente Xiaomi non ha lanciato alcun case, ma verso fine aprile 2015 dovrebbero arrivare i case “ufficiali” per questa camera. Come prevedibile anche altre aziende non si sono fatte sfuggire l’attesa di un case e hanno voluto produrne uno proprio. La KingMa (ditta cinese famosa per le batterie compatibili per action cam, produttrice di accessori), infatti, ha già lanciato il suo modello di case per la Xiaomi Yi. Analizzandolo, ci sembra anche migliore di quello originale in quanto sembra abbia la “finestrella” non solo in vetro piatto (contro la plastica curva di quello originale) ma anche forma quadrata, perfetta per montare filtri e adattatori della GoPro (sempre che le misure siano compatibili) che infatti ha proprio questa forma. Vedremo se sarà possibile recensire il case KingMa e quello originale per analizzarli in un confronto.

 

xiaomi yi waterproof case kingma official

Qui di seguito alcune foto relative al primo spacchettamento e a come si presenta la cam. Potete scorrere manualmente le immagini dello slider cliccando sulla parte destra e sinistra del box che si apre cliccando sulle immagini.

         

Valutazioni sulla Xiaomi Yi, comportamento video audio e foto.

La gran parte delle informazioni riguardo questa sezione le potrete dedurre dai video di test, pubblicati su Youtube, per coloro che invece hanno voglia di visionare sul loro pc i file originali non maneggiati (pubblicandoli su youtube inevitabilmente vengono compressi) potrete trovare a questi link i file originali (ce ne sono due, uno in auto con abitacolo chiuso, uno all’esterno, ad una velocità di circa 60km/h) :

Video FullHD 1920×1080 50fps  (in interni): http://www.mediafire.com/watch/v4a1pv3klql3qrf/YDXJ0059.mp4

Video FullHD 1920×1080 50fps  (in esterni): http://www.mediafire.com/watch/549pj4h91qewnrd/YDXJ0060.mp4

Video HD 1280×720 50fps (in interni): http://www.mediafire.com/watch/c2gt3dglqtc0a8k/YDXJ0058.mp4

Video HD 1280×720 50fps (in esterni): http://www.mediafire.com/watch/fr0ix5wp83h4hm3/YDXJ0061.mp4

(I video girati al di fuori dell’abitacolo sono rovesciati perchè avevo dimenticato attiva la funzione che ruota automaticamente i video.)

FULLHD 50fps

HD 50fps

Riassumendo brevemente, la qualità video e foto è davvero buona. La qualità audio è scarsa, direi insufficiente, ma fidatevi che il 90% delle action cam soffre di questo problema. In particolare la cam soffre quando ci sono rumori di fondo, con rumori lontani e quando il vento “soffia” direttamente sui microfoni. xiaomi yi goproSe guardate i video proposti tenete in considerazione che nell’abitacolo dell’auto c’era musica a un discreto volume, eppure si percepisce appena, mentre il rombo del motore è ben presente. Alcuni hanno avuto dei miglioramenti facendo delle modifiche alla cam, e aggiungendo un microfono esterno, che si specifica non è possibile in nessun modo collegare in via “ufficiale (le modifiche ovviamente invalidano la garanzia, quindi chi mette le mani alla cam sa che se la rovina poi si attacca). Se inoltre l’audio è scarso in modalità normale, immaginiamo che una volta sigillato nel case subcaqueo le cose peggioreranno ancora. E’ per questo motivo che in parecchi ricorrono a un trucco. Registrano i video con la cam, e l’audio con un registratore indipendente. In post-produzione poi montano il tutto. La soluzione è chiaramente valida solo in alcuni casi (mi pare logico che non potete usare un registratore audio se dovete ad esempio fare snorkeling in mare).

Qui in basso trovate dei link ai file originali delle foto scattate con la cam, sia al chiuso (in condizioni di luce scarsa) sia all’aperto (quindi con ottima illuminazione). Sono presenti foto a tutti i livelli di risoluzione (5, 8, 13, 16 megapixel) cosi potete valutare come cambia la qualità delle foto ai diversi livelli di risoluzione (differenze comunque molto sottili).

AL CHIUSO

xiaomi yi prova foto

 

ALL’APERTO

xiaomi yi sport camera photo test

Cartella foto scaricabilihttps://drive.google.com/open?id=0B5fg0qZH4546fnU0dlRhd3U5VTZpYXFrdl83SnlmY00wb1lYU2F4LVdrRWkxTTI1NmhOOG8&authuser=0

 

Modalità di connessione, app per smartphone e tablet, software pc.

Una delle caratteristiche della Yi è la mancanza completa di uno schermo, seppur piccolo. Niente. Quindi va da se che per ogni minima modifica alle impostazioni serve dotarsi di un tablet o smartphone per eseguire le modifiche connettendolo in Wifi. Questa cosa non è necessariamente un male, visto che lo schermo consuma un sacco di batteria e per chi ha un uso molto statico (nel senso che piazza la cam e non la tocca più) è più un vantaggio che un problema. Per poter dialogare con la cam sono necessarie delle applicazioni appositamente sviluppate per la Xiaomi Yi. Ve ne sono sia per utenti Android sia per utenti iOs. Per BlackBerry, Windows Phone e compagnia bella mi spiace, ma se avete quei dispositivi sapete già che è difficile avere app aggiornate anche per voi…

Qui di seguito la prova video dell’app Android 1.4. Facciamo la prova di connessione, e spieghiamo in breve le funzioni disponibili al momento tramite l’app che, a nostro avviso, è davvero completa e ben fatta.

Una delle cose che mi ha fatto convincere a comprare la Yi, a differenza delle altre molte alternative (SjCam, Amkov, ecc…) è il fatto che Xiaomi ha una flotta di programmatori molto attiva, e a quelli ufficiali si accompagna una miriade di sviluppatori indipendenti che sono entusiasti di lavorare a delle app “alternative” sui prodotti Xiaomi. Aggiungiamo, poi, i vari utenti dei MIUI forum (i forum dei prodotti Xiaomi) che permettono di avere app tradotte e ottimizzate quasi in tempo reale di uscita della versione “cinese” dell’app (ricordiamo che Xiaomi va forte in Cina, noi Europei per ora siamo un mercato secondario).

Qui di seguito i link alle app, alle versioni ad oggi disponibili.

iOs

Link all’applicazione per IPhone e piccola anteprima della vista della prima pagina dell’app. Applicazione ancora nella fase inziale, quindi ci saranno sicuramente

aggiornamenti.

xiaomi yi app iphone

https://itunes.apple.com/it/app/id963065779

ANDROID

Link all’applicazione per Android e piccola anteprima della vista della prima pagina dell’app. L’applicazione è in continuo miglioramento, quindi la pagina principale potrebbe apparirvi diversa.

xiaomi yi app android

http://goo.gl/cI1U8F

Ovviamente le versioni proposte e i link sono quelli attuali, se tornate a leggere questo articolo tra un anno non garantiamo siano ancora aggiornati. L’uso delle app è molto fluido, la visualizzazione in diretta non è proprio “live” ma è accettabile, la possibilità di modificare le opzioni abbastanza buona. App promosse.

Venendo alla necessità di come montare i vari video registrati possiamo utilizzare due tipi di software per pc: a pagamento o gratis.

Tra i software a pagamento che mi sento di consigliarvi al primo posto ovviamente metto Adobe Premiere, seguito da Sony Vegas eventualmente.

Per quanto riguarda invece i software gratis posso citare sia MovieMaker di Windows (clicca sui nomi per il download), sia GoPro Studio, che anche se è un software prodotto per gli utilizzatori GoPro in realtà va bene anche per noi con Xiaomi, e per essere free è assolutamente niente male, quindi a meno che non dovete farci un film, questo va benissimo per l’editing del video.

xiaomi yi cam sport misure

Conclusioni, pro e contro, riepiloghi vari.

Considerando la marea di informazioni lasciate nell’articolo e nel video, passiamo perciò a una summa di riepilogo, andando a definire quelli che secondo noi sono i punti forti e quelli che invece riteniamo dei punti deboli della cam. Globalmente possiamo dire che per quanto costa (circa 65€ da geekbuying.com) ne vale assolutamente la pena e se potessimo tornare indietro l’avremmo sicuramente ricomprata.

 

PRO

  • Costo davvero abbordabile, alla portata di tutti
  • Molto robusta, costruzione di qualità
  • Qualità foto e video degna di nota
  • Leggera, piccola, si può mettere in tasca e dimenticarsi di averla addosso
  • Design elegante, non la solita copia-clone GoPro
  • Applicazione ben fatta e funzionante
  • Funzione di rettificazione fish-eye direttamente in cam, molto molto comoda

 

CONTRO

  • Mancanza assoluta di accessori (anche il case va comprato a parte)
  • Mancanza di un piccolo LCD
  • Registrando mentre la batteria è in carica, magari con wifi pure acceso, diventa rovente
  • Audio molto scarso, soffre tanto in condizioni anche normali
  • Assenza di stabilizzazione, non drammatico come problema
  • Considerando l’assenza di LCD, la batteria dura nella media, si poteva fare di meglio

 

 

Dopo questa iper-approfondita recensione non vediamo l’ora di sapere cosa ne pensate !! Come sempre per chiarimenti, dubbi, consigli, suggerimenti, il box dei commenti in basso è vostro amico.

A presto, sempre con noi, qui su On50mm Blog Fotografico !!!

Lascia un commento